(troppo vecchio per rispondere)
Serbatoio per Gasolio
gibbosky
2007-12-20 13:22:51 UTC
Salve a tutti, son di fronte alla seguente situazione, una azienda di
autotrasporti ha acquistato nel 2003 un serbatoio trasportabile pari
ad un volume di 0,9 mc, quindi ricadente appieno nell'attività 15 del
D.M. 16 febbraio 1982.
Ora, leggendo la documentazione rilasciata all'epoca dalla ditta:

http://www.righettoserbatoi.com

leggo forti di alcuni riferimenti normativi di cui ora non ricordo, la
Righetto asseriva che qualora il gasolio era utilizzato per alimentare
macchine operatrici interne all'azienda, non adibite quindi al
trasporto su strada e non omologabili per lo stesso, questi non
necessitava di alcun parere dei VVF, di nessuna loro visita periodica
di controllo e quindi neanche del CPI.
Ora premessa la stranezza di questa cosa, la documentazione proseguiva
dicendo che qualora il gasolio in deposito serviva a rifornire mezzi
omologati per andare su strada, automaticamente diventava un deposito
di carburante, soggetto quindi a verifica di VVF ed a CPI.
Ora, il titolare dell'azienda di AUTOTRASPORTI , evidentemente
fuorviato dalla prima dicitura, che peraltro non so se tutt'ora in
vigore, ha operato manifestamente questi 4 anni fuori norma.
Cio' è uscito fuori durante lo Stage 1 della certificazione ISO 14001!
Vengo al punto, chiarito il fatto che chiaramente deve essere presente
il CPI in azienda per quel serbatoio, si sono mossi per farne
richiesta... ma parlando con non so chi dei VVF, questi hanno espresso
un parere sfavorevole alla concessione del documento... dicendo che
comunque il serbatoio così com'è non può essere utilizzato.
Qualcuno sa dirmi in che maniera è possibile che un serbatoio del 2003
sia già obsoleto ed in base a cosa questo VVf può aver detto questo ?
Non è possibile anzichè cambiare il serbatoio richiedere alla casa
costruttrice una revisione, se è questa di cui si necessita ?
Possibile che serbatoi del 2003 siano già obsoleti ?

Il modello è il CD 90, che nel loro sito sembra non essere più in
produzione.

Grazie a tutti coloro possano chiarirmi un minimo le idee.

P.S.

qualsi sono le normative vigenti in merito ai serbatoi di questo
genere ?

grazie ancora e buone feste.

raffaele
FoX
2007-12-20 16:10:30 UTC
Post by gibbosky
Salve a tutti, son di fronte alla seguente situazione, una azienda di
autotrasporti ha acquistato nel 2003 un serbatoio trasportabile pari
ad un volume di 0,9 mc, quindi ricadente appieno nell'attività 15 del
D.M. 16 febbraio 1982.
http://www.righettoserbatoi.com
leggo forti di alcuni riferimenti normativi di cui ora non ricordo, la
Righetto asseriva che qualora il gasolio era utilizzato per alimentare
macchine operatrici interne all'azienda, non adibite quindi al
trasporto su strada e non omologabili per lo stesso, questi non
necessitava di alcun parere dei VVF, di nessuna loro visita periodica
di controllo e quindi neanche del CPI.
Ora premessa la stranezza di questa cosa, la documentazione proseguiva
dicendo che qualora il gasolio in deposito serviva a rifornire mezzi
omologati per andare su strada, automaticamente diventava un deposito
di carburante, soggetto quindi a verifica di VVF ed a CPI.
Ora, il titolare dell'azienda di AUTOTRASPORTI , evidentemente
fuorviato dalla prima dicitura, che peraltro non so se tutt'ora in
vigore, ha operato manifestamente questi 4 anni fuori norma.
Cio' è uscito fuori durante lo Stage 1 della certificazione ISO 14001!
Vengo al punto, chiarito il fatto che chiaramente deve essere presente
il CPI in azienda per quel serbatoio, si sono mossi per farne
richiesta... ma parlando con non so chi dei VVF, questi hanno espresso
un parere sfavorevole alla concessione del documento... dicendo che
comunque il serbatoio così com'è non può essere utilizzato.
Qualcuno sa dirmi in che maniera è possibile che un serbatoio del 2003
sia già obsoleto ed in base a cosa questo VVf può aver detto questo ?
Non è possibile anzichè cambiare il serbatoio richiedere alla casa
costruttrice una revisione, se è questa di cui si necessita ?
Possibile che serbatoi del 2003 siano già obsoleti ?
Il modello è il CD 90, che nel loro sito sembra non essere più in
produzione.
Grazie a tutti coloro possano chiarirmi un minimo le idee.
P.S.
qualsi sono le normative vigenti in merito ai serbatoi di questo
genere ?
grazie ancora e buone feste.
raffaele
http://www.legislazionetecnica.it/show_doc.asp?nomedoc=%5Cdablt%5Cdist.pdf
Almar
2007-12-20 18:34:59 UTC
Esiste anche una circolare del Ministero dell'Interno (direzione
generale protezione civile) - PROT, n. P322/4133 sott. 170 del 9/03/98
secondo cui, i serbatoi di capacità inferiore a 0.5 m3 per macchine
operatrici non circolanti su strada non sono soggetti a visita dei VVF
ai fini del rilascio del CPI
Post by gibbosky
Salve a tutti, son di fronte alla seguente situazione, una azienda di
autotrasporti ha acquistato nel 2003 un serbatoio trasportabile pari
ad un volume di 0,9 mc, quindi ricadente appieno nell'attività 15 del
D.M. 16 febbraio 1982.
http://www.righettoserbatoi.com
leggo forti di alcuni riferimenti normativi di cui ora non ricordo, la
Righetto asseriva che qualora il gasolio era utilizzato per alimentare
macchine operatrici interne all'azienda, non adibite quindi al
trasporto su strada e non omologabili per lo stesso, questi non
necessitava di alcun parere dei VVF, di nessuna loro visita periodica
di controllo e quindi neanche del CPI.
Ora premessa la stranezza di questa cosa, la documentazione proseguiva
dicendo che qualora il gasolio in deposito serviva a rifornire mezzi
omologati per andare su strada, automaticamente diventava un deposito
di carburante, soggetto quindi a verifica di VVF ed a CPI.
Ora, il titolare dell'azienda di AUTOTRASPORTI , evidentemente
fuorviato dalla prima dicitura, che peraltro non so se tutt'ora in
vigore, ha operato manifestamente questi 4 anni fuori norma.
Cio' è uscito fuori durante lo Stage 1 della certificazione ISO 14001!
Vengo al punto, chiarito il fatto che chiaramente deve essere presente
il CPI in azienda per quel serbatoio, si sono mossi per farne
richiesta... ma parlando con non so chi dei VVF, questi hanno espresso
un parere sfavorevole alla concessione del documento... dicendo che
comunque il serbatoio così com'è non può essere utilizzato.
Qualcuno sa dirmi in che maniera è possibile che un serbatoio del 2003
sia già obsoleto ed in base a cosa questo VVf può aver detto questo ?
Non è possibile anzichè cambiare il serbatoio richiedere alla casa
costruttrice una revisione, se è questa di cui si necessita ?
Possibile che serbatoi del 2003 siano già obsoleti ?
Il modello è il CD 90, che nel loro sito sembra non essere più in
produzione.
Grazie a tutti coloro possano chiarirmi un minimo le idee.
P.S.
qualsi sono le normative vigenti in merito ai serbatoi di questo
genere ?
grazie ancora e buone feste.
raffaele
gibbosky
2007-12-20 22:28:35 UTC
On Thu, 20 Dec 2007 19:34:59 +0100, Almar
Post by Almar
Esiste anche una circolare del Ministero dell'Interno (direzione
generale protezione civile) - PROT, n. P322/4133 sott. 170 del 9/03/98
secondo cui, i serbatoi di capacità inferiore a 0.5 m3 per macchine
operatrici non circolanti su strada non sono soggetti a visita dei VVF
ai fini del rilascio del CPI
voelvi dire superiore a 0,5 mc ...immagino ?
Almar
2007-12-21 18:23:38 UTC
i serbatoi di capacità inferiore ai 0.5 mc non necessitano di CPI
secondo questa circolare, quelli di capacità superiore si.

Non so se possa essere un riferimento utile per te dato che comunque si
tratta di un serbatoio da 0.9 mc per una azienda di autotrasporti, per
cui sarebbe utilizzato da veicoli circolanti su strada
Post by gibbosky
voelvi dire superiore a 0,5 mc ...immagino ?